home page                            Territorio .

    

La pagina è stata suddivisa nelle seguenti sezioni  (cliccare su essi per visualizzarli)

-- Geologia

-- La Rasa di oggi (pagina in preparazione)

-- Toponomastica Rasina

-- I Sentieri del Parco (pagina in preparazione)

-- I Curt du la Rasa (Le Corti di Rasa)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Geologia    (Elio Gentili)

 

La Rasa di Varese si trova all'inizio di una valle orientata Nord-Sud che collega Varese alla Val Cuvia. E'alle  falde di  tre monti: Il Campo dei Fiori ad Ovest, il Monte Chiusarella a Sud-Est, La Martica a Nord-Est. Il terreno è roccioso: in massima parte si tratta di una pietra bianca ricca di fossili detta "Dolomia del San    Salvatore";   mentre la parte settentrionale, verso Brinzio, poggia su una roccia rossastra detta "Porfido Quarzifero   della Valganna".   La Dolomia bianca si è formata, secondo i geologi, circa 230 milioni di anni fa alla periferia di un vulcano (la Martica) che    produceva il porfido rossastro.Lo studio dei fossili rileva che in quei tempi la Rasa doveva appartenere ad un atollo simile all'attuale Bora-Bora.

 

Rasa di Varese 233 milioni di anni fa   (in un dipinto e ricostruzione scientifica di Vittorio Pieroni)

 

In primo piano gli isolotti che avrebbero costituito il  Monte Chiusarella, formavano un atollo originatosi dall'accumulo di depositi sulle piattaforme carbonatiche costituite da coralli e   alghe calcaree, su di essi, oltre ad una vegetazione tropicale, vivevano anche grossi vertebrati primitivi.

In secondo piano, il Monte Martica era un vulcano in piena attività eruttiva, i cui terremoti lo avrebbero portato ad un parziale sprofondamento. Sullo sfondo a sinistra le alture di origine paleozoica che stanno alla base delle successive formazioni del Campo dei Fiori.

 

 

Ritorno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Toponomastica nel Territorio rasino (Peppino)

(Il contributo è frutto di una rielaborazione di documenti presenti nell'Archivio Parrocchiale.)

 

I nomi dei luoghi sono un aspetto affascinante, per una ricerca o anche solo per un viaggiatore. Per tutte le civiltà il nome del luogo dove si vive è importante, e così è sempre stato e forse lo sarà. Come dice il temine stesso, la toponomastica è quel ramo dell’Onomastica che studia i nomi di luogo; è composta delle parole greche "topos" (luogo) e "onomastiké [tékne]" (arte del nominare).

Sull’arte del "nominare", certamente la gente rasina del passato si è sbizzarrita alquanto … basta dare una occhiata ai nomi dei siti che circondano il nostro piccolo paese; senza entrare nel merito di ciascuno di essi, è chiara la sensazione che, ogni nome, rappresenta: una caratteristica, una posizione, un uso, un mestiere, una proprietà, … infine un piccolo tratto della storia della nostra gente.

 L’elencazione dei siti è stata ricavata da un documento dell’archivio Parrocchiale, preparato nel 1996 (in occasione di una mostra per il centenario dell’erezione della Chiesa) da un gruppo di sagaci volonterosi intervistando i più vecchi di allora. Non vi erano documenti scritti … solo la memoria e … solo il gusto di dare il giusto nome ad ogni sito. L’intento di questa pagina, oltre che rendere omaggio ai volonterosi di cui sopra, vuol essere un piccolo contributo per rendere meno labile il ricordo.

Posizionandosi col mouse e cliccando su ogni sezione della piantina potranno essere evidenziati il nome dei siti e relative ubicazioni.

 

Ritorno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sezionenord

1) Vasera   2) Baracun  3) Val del ferro  4) Brinscitt  5) Cima Gallina  6) Funtanin  7) La Val  8)Pian di Galin  9) Pian dul Des  10) Funtanino Burugone  11) Munt dul Bagiò  12) Ness  13)Pra da BÖza

Ritorno a toponomastica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sezcentro

14) Cost d'Avign  15) Pauret  16) Pra dul Geer  17) Grop dul Faè  18) Cà dul Balün  19) Riana  20) Pian du Vin  21) Sas da Göta  22) Sasun  23) Pra da Flora  24) Cà Legnün  25) Funtanin dul Piatt  26) Cà Rót  27) Reta  28) Budega  29) Breschè  30) Pian di Beol  31) Ort dul Michèe  32) Buschina  33) Urtigheta  34) Valeta  35) Urtasc  36) Sas du la Scigueta  37) A Puus  38) Peza  39) Sela  51) Pian da Crüz 

Ritorno a Toponomastica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sezionesud

40) Orado  41) Curasc  42) Val di Regada  43) Erì  44) Prefosch  45) Mirabel  46) Campiò  47) Bregazzan  48) Pra Grand  49) Tajà  50) Prefesa Davanti  52) Prà Curt  53) Teavasc  54) Prefesa da Drè  55) Campasc  56) Val di Recucco  57) Funtanin Recucco  58) Prà Lung  59) Mutarel dul Pisin  60) Prà da Carla

Ritorno a Toponomastica

 

 

 

 

 

 

Possibili altri Temi (cercansi collaboratori anche per singoli items)

-- Orografia, Sentieri, Fiumi Torrenti, Sorgenti, Flora, Fauna, Boschi (piante indigene e non), Aree

    coltivate e trasformazione negli anni,

-- Il Paese (nucleo antico, castellanze, trasformazione nel tempo)

-- Le corti (nomi e tipicità)

  -- I siti (nomi vecchi)

-- La mappa viaria attuale

-- Inserimento nell'area Campo dei Fiori (vantaggi e limitazioni)

-- Itinerari turistici (mappe, sentieri, ecc.)

-- Protezione e preservazione territorio (pulizia sentieri e del territorio)

-- Le sorgenti, l'acquedotto,

-- La rete fognaria e del metano

 

Altri scritti collegabili

 

-- Sfruttamento risorse boschive nel passato (pulizia boschi, la baroza, le teleferiche, la scomparsa

    dei mirtilli, ecc.)

--Tipi di coltivazione nel passato / abbandono dei campi / imboschimento

-- La benedizione dei campi

-- Il taglio dell'erba magra in montagna

-- Le campane a martello

-- La raccolta delle gattine dei pini

-- i guardaboschi

-- La cattura dei gamberi

-- L'arrivo dei cornabo

-- Le lucciole e l'odore dell'erba tagliata

 

-- La storia dei parcheggi mancati

-- L'autoambulanza e la pulizia della neve al Cantun Gal

-- Regole e permessi per il taglio delle piante e pulizia boschi

-- N° telef. utili (Pompieri, Parco, Comune, Prot. Civile, ecc.)